assegni familiari

Come effettuare la richiesta per gli assegni familiari

Molte famiglie in condizioni economiche difficili trovano un sostegno importante negli assegni familiari, tuttavia può risultare complicata la procedura che bisogna fare per richiederli. Ecco quindi una guida utile che può spiegarvi innanzitutto a chi spetta questi assegni familiari, e poi la procedura che bisogna rispettare per ottenerli.

-Da chi possono essere richiesti gli assegni familiari.
Gli assegni familiari possono essere richiesti da tutti coloro che hanno dei familiari a carico, inoltre non bisogna superare una determinata soglia di reddito. Vengono considerati familiari a carico non solo mogli e ragazzi che non superano il 18° anno di età, ma anche i vostro figli che vanno all’Università (purché non abbiano superato il 26° anno di età) e i figli che sono considerati inabili per il lavoro. Quindi se in casa si ha uno di questi soggetti a carico, potete fare richiesta per ottenere l’assegno.

-Come richiedere l’assegno familiare.
Per procedere alla richiesta dell’assegno p necessario Internet: infatti la domanda dovrà essere presentata in via telematica, preso il sito Internet dell’Inps. In particolare bisogna accedere alla homepage dell’ente e, con un Pin, accedere all’area dei Servizi Online. Nel caso in cui non abbiate a disposizione Internet, o avete difficoltà nel presentare la domanda, ci sono due alternative: la procedura telefonica oppure avvalersi dei patronati. Nel primo caso bisogna telefonare il numero gratuito 803 164, vi risponderà un operatore telefonico dell’Inps che vi guiderà nella procedura da fare per ottenere l’assegno familiare. La terza strada è quella di rivolgersi al proprio commercialista o ad un Caf, che si occuperà direttamente della vostra richiesta. Queste tre modalità prevedono la presentazione della domanda all’Inps, tuttavia c’è un’altra modalità per consegnare la domanda, ossia attraverso il proprio datore di lavoro. In questo caso si consegna il modulo prestabilito al datore di lavoro, che avrà la responsabilità di seguire al vostra richiesta e di consegnarla agli organi competenti. Sono obbligati a seguire questa procedura tutti coloro che sono sottoposti a contratto di lavoratore dipendente.

-Come viene consegnato l’assegno familiare.
Chi è un lavoratore dipendente, e consegna la domanda per l’assegno al proprio datore di lavoro, si vedrà consegnato dallo stesso, l’importo relativo. Se invece avete consegnato la domanda presso l’Inps, nelle tre modalità viste in precedenza, e siete delle categorie di lavoratori particolari, come dipendenti di aziende fallite oppure pensionati, allora sarà lo stesso ente a provvedere al pagamento dell’assegno. Si ricorda che l’importo dell’assegno è netto, visto che non vi verrà posta nessuna ritenuta.

-I parametri che bisogna rispettare per ottenere l’assegno.
Per ottenere l’assegno familiare, come detto in precedenza, non bisogna superare determinate soglie di reddito. In dettaglio non bisogna avere un reddito familiare che sia superiore ai 14.354,66 euro. L’importo dell’assegno naturalmente cambierà in base agli elementi della famiglia che avete a carico: in particolare se un solo familiare è a carico, l’importo dell’assegno sarà di 137,50 euro, mentre più aumentano i membri a carico, più aumenta l’importo (se si hanno ben 5 elementi a carico allora si potrà contare su un assegno familiare di 375 euro).