attività in franchising

Franchising: come funziona

Il franchising (in italiano affiliazione commerciale) è una tipologia di collaborazione tra più imprenditori che distribuiscono alla popolazione nei o servizi commerciali. Il franchising è utile per chi pensa di aprire una nuova attività senza correre troppi rischi in quanto usufruirà di un marchio pre esistente e già affermato.
Il franchisor è colui che offre un contratto con il proprio marchio, il franchisee invece è colui che apre l’attività con il marchio del franchisor.

SCEGLIERE IL FRANCHISING GIUSTO
Attualmente esistono diversi marchi che offrono un contratto di franchising nei vari settori commerciali.
Per fare una buona scelta occorre sapere, innanzitutto, di quale settore fa parte l’attività che si intende avviare
( ristorazione, abbigliamento, telefonia etc ).
Una volta capito il settore di appartenenza avrete molteplici brand a disposizione che offrono contratti di franchising.
Per fare una scelta oculata, visti i tanti franchisor disponibili, è indispensabile avere ben chiari i guadagni che intendete ottenere con questa attività, gli obiettivi che volete raggiungere e qual’è la vostra attitudine in quel campo lavorativo.
Questi elementi vi risulteranno utili per confrontare le varie offerte di investimento in franchising. Ad esempio, se il vostro obiettivo principale sarà il massimo guadagno, andrete a prendere in considerazione tutte quelle offerte dei franchisor che offrono grandi guadagni e così via per gli altri obiettivi che intendete raggiungere. Per ogni obiettivo dovrete prendere in considerazione tutti i franchisor che offrono il miglior investimento.

REQUISITI NECESSARI PER APRIRE UN’ATTIVITA’ IN FRANCHISING
Per avviare una nuova attività in franchising sia il franchisee che il negozio devono avere dei requisiti. Vediamo quali:

– Requisiti del franchisee.
Per quanto riguarda il franchisee i requisiti necessari per avviare l’attività sono sia oggettivi che soggettivi:
* Requisiti oggettivi.
Innanzitutto è importantissimo che il franchisee non abbia avuto precedenti fallimentari in altre attività e che non abbia avuto condanne penali.
Se il settore di appartenenza della propria attività è alimentare, il franchisee, deve necessariamente aver frequentato un corso specifico riconosciuto dalla Regione di appartenenza e, conseguentemente, aver ottenuto un’attestato di idoneità.
* Requisiti soggettivi.
Una volta che avete capito di aver tutti i requisiti oggettivi per poter avviare la propria attività in franchising.
I requisiti soggettivi di cui avrete bisogno sono:
– Capacità imprenditoriali.
– Attitudine al sacrificio.
– Saper interagire correttamente con i clienti e con i dipendenti.
– Saper prendere decisioni importanti.
– Accettare le regole imposte dal contratto di franchising.

– Requisiti del negozio.
Sempre più spesso i franchisor richiedono che il negozio abbia dei particolari requisiti come, ad esempio, la collocazione del negozio che deve essere in un luogo strategico. Molte volte, il franchisor, inserisce delle clausole contrattuali che riguardano la locazione del locale. In caso queste fossero presenti dovrete verificare bene se le spese sono incluse nell’investimento o meno.
Infine i franchisor obbligano i franchisee ad avere un determinato numero di dipendenti con qualifiche specifiche.

COME APRIRE UN’ATTIVITA’ IN FRANCHISING
Per aprire un’attività in franchising dovrete scegliere, come abbiamo detto, innanzitutto il marchio con il quale dovrete affiliarvi. Una volta effettuata questa scelta occorre fare richiesta di adesione al franchisorpoc’anzi. In caso di risposta positiva riceverete tutti i dettagli dell’offerta e dovrete versare il capitale per il diritto di ingresso che varia da franchisor a franchisor. Il capitale da investire va versato prima di avviare l’attività.

Affiliarsi con un marchio già affermato nel mercato porta notevoli vantaggi perché permette al franchisee (piccolo imprenditore) di competere con i grandi marchi investendo un piccolo capitale.
E’ opportuno sapere, però, che tutti i franchisor impongono dei limiti ai franchisee. Dovrete rendere conto al franchisor di tutte le vostre azioni commerciali.