su cosa conviene investire

Su cosa conviene investire?

Su cosa conviene investire?

Negli ultimi anni parlare di investimenti, e in special modo di investimenti considerati sicuri, è diventato assai difficile. Vuoi per la crisi economico-finanziaria che inevitabilmente ha scosso anche i mercati, vuoi per le troppe oscillazioni, vuoi per la famigerata bolla della new economy, tutto ha assunto i contorni dell’incertezza. Viviamo un momento storico nel quale dal un lato, nel mercato finanziario troviamo un gran numero di strumenti che consentono investimenti in sicurezza, semplici, a basso costo e a basso rendimento, dall’altro la stessa finanza non ha alcun interesse a proporre e a tenere in vita questi strumenti, e per due motivi fondamentali: sono a basso costo, appunto, e in più i risparmiatori li utilizzano scegliendoli spontaneamente senza comprendere appieno i rischi.

Pianificazione delle finanze personali

Il discorso cambia, ma solo leggermente, se parliamo di investimenti a breve, a medio o a lungo termine, ma su cosa conviene investire? Bisogna pianificare le finanze personali ponendovi degli obiettivi da raggiungere in ordine di priorità. È un procedimento che si fa da soli oppure affidandovi a un consulente esperto di strumenti finanziari. All’esperto chiederete ovviamente di studiare un piano che comprenda investimenti sicuri, o meglio a basso rischio, e dal buon rendimento. Il professionista, oppure noi stessi, tenderà a cercare la soluzione che dia il rendimento migliore.

A breve o a lungo termine?

Scegliere di procedere a breve termine significa effettuare un investimento che non presenti forti oscillazioni di valori, stare a distanza di sicurezza dai mercati finanziari. Se siamo alla ricerca di investimenti sicuri, insomma, non si può certo puntare su aziende o Paesi poco stabili: nel caso volessimo ricollocare da un momento all’altro il contratto per urgenze di denaro liquido, c’è tutta una gamma di strumenti su cui investire. Tenendo presente, come già accennato, che un prodotto finanziario facilmente ricollocabile ha tassi di rendimento bassi.

Una facile ricollocazione

Come orientarsi? Su cosa conviene investire? Obbligazioni, fondi immobiliari? Eccone alcuni. Per investire in maniera sicura a breve termine è necessario orientarsi sui conti deposito, sui buoni postale con rendimento nominale o reale e sui libretti postali o bancari. In questo modo saremo sicuri di liquidare l’investimento quando ne avremo necessità e senza perdere soldi. Le obbligazioni, invece, sono da studiare attentamente. Titoli italiani o tedeschi prendono in considerazione la stabilità dei Paesi e danno rendimenti di conseguenza più sicuri ma più bassi rispetto a obbligazioni di Stati altamente instabili come quelli africani, ad esempio. Il Btp, un’obbligazione statale a tasso fisso, ha un rendimento migliore (calcolata tenendo conto di inflazione e rischio) ma è un po’ meno sicura. In teoria con questo investimento si guadagna più del mercato sottoposto a oscillazioni, ma se improvvisamente i tassi saliranno ci ritroveremo con uno strumento dallo scarso valore che nessuno comprerà. Per un investimento sicuro meglio puntare ai Bot, che non offrono le stesse garanzie di un buono postale ad esempio, ma si rivalutano ogni giorno per piccoli importi e a seconda delle esigenze si può scegliere se investire a tre, a sei o a dodici mesi.

In mezzo alle oscillazioni: tecnologia e salute

Per parlare di investimenti di lungo periodo bisogna come prima cosa tenere in considerazione l’inflazione e l’oscillazione dei mercati finanziari dove si trovano gli strumenti capaci di farci guadagnare. Anche in questi casi potremo avere a che fare con obbligazioni di cui si possono scegliere durate non lunghissime per abbattere i rischi. Inutile dire che investimenti al 100% sicuri in questo campo non ce ne sono, eppure seguendo i movimenti dei mercati e cercando di capire dove sta andando il mondo, leggendo e informandosi, ci si può fare un’idea su alcuni ottimi investimenti.Quindi, su cosa conviene investire? Per i prossimi mesi, infatti, diverse banche d’investimento hanno fatto delle previsioni su dove sarà conveniente investire. Tra i cinque punti citati c’è il Dollaro americano, in quanto la Fed ha alzato i tassi d’interesse e la moneta statunitense ha beneficiato di un calo del prezzo delle materie prime. Anche le Azioni Europee sono entrate a far parte della classifica ma la sicurezza potrebbe essere minata da debole crescita economica, dai conflitti politici e dalla mancanza di stimoli dalla Banca Centrale. Completano la lista le fusioni e le acquisizioni, un settore che ha risentito positivamente di un incremento dei prestiti e degli interessi, i titoli tecnologici, tornati a salire negli ultimi mesi, e quelli riguardanti la salute e i prodotti agroalimentari biologici e di eccellenza.