curriculum vitae

Curriculum vitae: come scriverlo

Affrontare la redazione del proprio Curriculum vitae è sempre un momento traumatico. Vanno superati il blocco da pagina bianca e le domande esistenziali per presentarsi nel modo più convincente e sincero possibile.

Se state attraversando questo difficile momento le tre macrocategorie su cui dovete concentrarvi sono:
1. i CONTENUTI
2. la FORMA
3. i PARTICOLARI attraverso cui attirare l’attenzione

1. I CONTENUTI
ESSENZIALITÀ: Non scrivete il romanzo della vostra vita.
È inutile che scriviate decine di pagine di frasi fatte e articolate. Tenete sempre conto che probabilmente il vostro non sarà l’unico curriculum vitae inviato. Quindi cercate di non annoiare e di non ripetere le stesse informazioni che potrebbero scrivere anche tutti gli altri candidati.
Concentratevi sulle informazioni essenziali. Se per esempio dovete parlare di un’esperienza lavorativa limitatevi a inserire la data, il ruolo ricoperto e la sede del vostro impiego.
Per quanto riguarda le skills evitate le solite forme preimpostate ma stupite con capacità particolari e magari elencatele in modo accattivante risparmiandovi frasi pesanti.

INFORMAZIONI BASE
Le informazioni da inserire nel vostro curriculum sono:
breve biografia
fotografia
contatti (eventualmente anche i vostri profili social)
istruzione
esperienze lavorative
competenze linguistiche
competenze informatiche
interessi
altro (per esempio se fate volontariato o avete in attivo qualche interessante collaborazione)

BIOGRAFIA
Concentriamoci sulla biografia: in molti la sottovalutano ma la biografia è il primo mezzo attraverso cui attirare l’attenzione. Tenete conto che spesso le lettere di motivazione che inoltrate, separatamente al curriculum vitae vengono perse o mal archiviate. È quindi importante raccontare chi siete all’interno dello stesso curriculum vitae e nel modo più accattivante possibile: stupite, parlate dei vostri interessi, di un aspetto divertente della vostra vita, o semplicemente di quanto vi piaccia andare in bicicletta. Sarà un ottimo modo per differenziarvi dagli altri.

FOTOGRAFIA
La fotografia del vostro curriculum dovrà mostrare bene il vostro viso: illuminato, possibilmente frontale e pulito e con un’inquadratura a mezzobusto.
Se ne avete la possibilità fatevi fotografare da qualcuno che vi conoscere e che sa cogliere la vostra vera personalità. Cercate di contestualizzare la foto: per esempio se vi state candidando come social media manager potreste scegliere di inserire una foto in cui tenere in mano uno smartphone.

2. La FORMA
ATTENZIONE AL CONTESTO
Per tutta la redazione del vostro CV tenete sempre a mente il lavoro per cui vi state candidando. Dunque selezionate le informazioni che potrebbero interessare di più ai vostri possibili futuri datori di lavoro e dategli importanza. Raccontate di voi gli aspetti inerenti a quel settore e usate il linguaggio adatto.
Allo stesso modo utilizzate un tono che sia adatto al vostro interlocutore: se vi candidate per una azienda giovane e nuova potete permettervi un tono più informale e amichevole. Se vi candidate per una realtà più istituzionale mantenete un tono formale ma senza comunque cadere nella monotonia.

ORDINE
Ricordate di ordinare le vostre esperienze dalle più recenti alle meno recenti.

3. I PARTICOLARI attraverso cui attirare l’attenzione
Sicuramente il confezionamento di un curriculum vitae dipende anche dall’interlocutore. Altrettanto sicuramente, però, attira poco vedere pagine e pagine interamente scritte e fitte di frasi lunghe e pesanti.
Potrebbe essere una bella idea trasformare il vostro CV in un’infografica; questa soluzione vi permetterà di sostituire intere frasi con simboli immediati e simpatici disegni. Se ne avete le competenze potete pensare anche a un video-curriculum, specialmente se vi proponete per lavori creativi.
Un’altra idea per attirare l’attenzione potrebbe essere quella di creare un packaging per il proprio CV, sempre coerente alla posizione lavorativa: un CV a forma di confezione per torte se ci si candida come pasticceri, o di un origami per i designer.

Insomma, qualsiasi siano le vostre competenze cercate di stupire sempre e di trovare la giusta chiave per raccontare voi stessi.